turismo
scolastico
L'ARTIGIANATO ARTISTICO
Informazioni generali
Artigianato_artistico Per gli studenti di alcuni tipi di scuole tecniche Appignano e Pollenza offrono la possibilità di visitare fabbriche o laboratori artigianali dove si può comprendere l’importanza di alcuni mestieri forse poco apprezzati, ma che potrebbero essere molto stimolanti per i giovani in quanto richiedono competenze specifiche, una spiccata manualità ed una certa vena artistica.

Pollenza e Appignano sono collegate tra loro anche per il tipo di attività artigianali perché entrambe le cittadine sono, in qualche maniera, legate alla lavorazione del legno e alla produzione delle ceramiche.

L'artigianato E i sui segreti

Appignano
( Macerata )

È un centro piccolo ma molto vitale. Qui la tradizione dei vasai e della ceramica risale al 1500.
All’inizio del 1800 fu costruito il quartiere di Borgo Santa Croce che doveva ospitare botteghe e laboratori dei vasai locali.
Solo all’inizio del 1900 questa attività iniziò a decadere per l’arrivo di prodotti nuovi.
Oggi esistono due fabbriche di ceramiche ed una bottega tradizionale ed è possibile anche partecipare a dei corsi e per trasmettere tutti i segreti di questo affascinate mestiere alle nuove generazioni.
Al giorno d’oggi Appignano è conosciuta soprattutto come centro di produzione del mobile sia pregiato che di uso quotidiano e molte sono le fabbriche legate a queste attività.

Google Map

Pollenza
(Macerata)

Oggi a Pollenza prevale l’attività artigianale legata alla produzione del mobile, ma è documentata già dal cinquecento l’arte della ceramica che per quattro secoli è stata al centro della sua vita economica ed artistica. Nel Museo di Palazzo Cento si possono ammirare molti pezzi importanti prodotti nel corso dei secoli nei laboratori locali. Oggi l’attività di produzione e del restauro del mobile in stile è sicuramente fondamentale per l’economia della città. Sono numerosi i laboratori che possono mostrare le varie fasi di questa attività. (A luglio, per quindici giorni, è possibile visitare i laboratori degli antiquari e degli ebanisti per conoscere ed apprezzare il loro lavoro).

Google Map